Utilizzo

INDICAZIONI GENERALI:

Il dispositivo è specificatamente indicato nel trattamento del dolore cronico neuropatico ed oncologico di grado severo, specie se farmaco-resistente, oppiacei inclusi. Il dispositivo risulta efficace anche dove non c’è risposta ad altre forme di elettroanalgesia, inclusi gli stimolatori impiantati.

MODALITÀ DI UTILIZZO:

  • Posizionamento degli elettrodi
    L’applicazione si effettua mediante elettrodi monouso di superficie, tipicamente da 5 cm, che vanno disposti secondo criteri di montaggio orizzontale, verticale o diagonale nelle zone epidermiche in relazione alle aree di dolore, di eventuali anomalie percettive o anche in zone dove il dolore compare solo in determinate posizioni o determinati movimenti.
    A riprova del corretto posizionamento degli elettrodi e, quindi, dell’efficacia del trattamento durante quest’ultimo deve esserci nel paziente analgesia completa.
  • Regolazione del livello di interazione
    La corretta regolazione del livello dello stimolo ha la stessa importanza del corretto posizionamento degli elettrodi. I livelli percepiti hanno importanza al fine dell’ottimizzazione del livello di interazione per la massima efficacia terapeutica. Sotto-stimolazioni, oltre ad essere completamente inutili, sono fastidiose. Sovra-stimolazioni non necessarie possono invece diminuire la compliance del paziente.
    Una volta parametrato, il trattamento offre un elevatissimo grado di ripetibilità poiché l’elaborazione del principio attivo “informazione” è completamente automatizzato; è necessaria solo la semplice regolazione dell’intensità dello stimolo che viene portato manualmente alla soglia ottimale percepita dal paziente.

Data l’importanza del posizionamento degli elettrodi e della modulazione del livello dei canali è prevista una formazione mirata e specifica al fine di aumentare la confidenza dell’utilizzatore (somministratore o operatore) sia per le casistiche generiche di trattamento che per quelle di maggiore specificità ed interesse.