Risultati

RISULTATI CLINICO-TERAPEUTICI:

  • Regressione rapidissima della sintomatologia, buon perdurare dell’analgesia molte ore dopo ogni singolo trattamento con enormi benefici sulla QOL del malato.
  • Efficacia mantenuta nel tempo, nessuna assuefazione-resistenza, ottima compliance del paziente.
  • Assenza di effetti collaterali e di effetti indesiderati, ottimo rapporto rischio/beneficio.

MODALITÀ DI TRATTAMENTO:

  • Cicli di un minimo 10 trattamenti (eventualmente ripetibili).
  • Tempo tipico per un trattamento: 30 minuti (regolabile da 20 a 60 minuti).
  • Frequenza: 5 trattamenti a settimana per due settimane consecutive.

PATOLOGIE TRATTABILI:

  • Dolore cronico benigno (sciatalgie, neuropatie da HVZ, diabetiche, da trauma, nevralgia del trigemino, ecc).
  • Monoradicolare: analgesia totale, prospettiva di completa guarigione.
  • Pluriradicolare: possibilità di lente recidive; si possono prevedere ulteriori cicli di richiamo normalmente distanziati di 1 – 3 mesi dal ciclo precedente.
  • Dolore oncologico:
    L’utilizzo è conforme alle necessità del paziente ed alle linee guida sulla gestione del dolore oncologico. I protocolli di trattamento saranno quindi adeguati a quanto previsto dalle cure palliative.
  • Dolore oncologico dovuto agli esiti delle cure (tipicamente neuropatico): prospettive simili al dolore benigno.
  • Dolore oncologico (fase terminale – cure palliative): ciclo base 10 trattamenti consecutivi e, su monitoraggio, singoli trattamenti al bisogno.

LETTERATURA: