Dati tecnici

DATI DI TARGA:

  • Tensione di alimentazione: 200/240 V
  • Frequenza di alimentazione: 50/60 Hz
  • Potenza di assorbimento: 0,8 A
  • Protezione: Doppio fusibile sulla rete (2 x 1A)
  • Tipologia della parte applicata: BF
  • Classe di isolamento da contatti diretti e indiretti: Classe I
  • Disaccoppiamento: Trasformatori di uscita separati per ogni canale
  • Forme d’onda: Biopotenziali artificiali modulati per sintesi digitale con codici Scrambler (brevetto internazionale), costituiti da sequenze di impulsi (stringhe) con ampiezza max. di 5,5 mA di picco su carico fittizio di 500 ohm. Frequenza media del treno d’onda < 80 Hz.
  • Canali: 5 indipendenti
  • Caratteristiche elettrodi: Monouso di superficie da 5 - 5,5 cm pretrattati con GEL, privi di lattice con superficie di contatto spugnosa
  • Tecnologia digitale: Tipo cmos/hcmos inclusi i microprocessori (basso consumo, basse temperature di funzionamento e alta tolleranza ai disturbi elettromagnetici). Tutti i microprocessori hanno il watchdog abilitato
  • Requisiti degli ambienti per il corretto utilizzo: Il dispositivo medico è stato studiato per l’utilizzo in ambiente ospedaliero e ambulatoriale, ma anche domiciliare. Il personale autorizzato all’uso è tipicamente medico/paramedico, ma, grazie alla facilità d’uso e alla parametrizzazione automatica, è previsto anche l’utilizzo autogestito da parte del malato o dei suoi familiari, specie se in fase avanzata della malattia oncologica, sotto indicazione e supervisione di un medico responsabile dei protocolli di trattamento.
  • Filosofia della progettazione: Il dispositivo è dotato di un proprio sistema di controllo (brevetto internazionale PCT) del trattamento. Questo sistema è dinamico, cioè modifica continuamente la struttura organizzativa dell’informazione sintetica di “non dolore” inviata al paziente, al fine di ottenere il rispetto delle condizioni teoriche che hanno supportato lo sviluppo della tecnologia. Questa modalità di interazione comporta la possibilità di ottimizzare il trattamento sulla persona; l’operatore, a cui comunque sono affidate scelte inerenti l’efficacia (posizionamento elettrodi, livello di segnale), ha un supporto per il successo della terapia condotta. In schema a blocchi sono identificati:
  • Controllo Generale: Si interfaccia con l’operatore per l’avviamento e l’interruzione anticipata del trattamento od altre operazioni di servizio, imposta l’uscita delle stringhe, controlla il corretto andamento del trattamento e la sicurezza del paziente. Ogni canale dispone in uscita di un suo trasformatore separatore, che lo isola dalle altre uscite e dalla massa comune di alimentazione CC. L’alimentazione è a doppio stadio con trasformatore /separatore 24V CA. I trasformatori di sicurezza previsti sono di tipo toroidale.
  • Modulo di Sintesi: Genera su richiesta del Controllo Generale diverse stringhe di informazione di “non dolore”.
  • Trasmissione Canali ST: Interfaccia la sintesi digitale dei biopotenziali idonei a produrre analgesia al paziente. Controlla l’integrità della linea, il range di corretta impedenza, la corrente erogata, le segnalazioni di anomalia.

La progettazione con ridondanza hardware sul software (doppio controllo) è prevista in tutti i settori che presiedono parametri critici per il buon funzionamento e la sicurezza del dispositivo. Hardware dedicato sostituisce il software nei punti critici del sistema, in modo da evitare che l’eventuale blocco dell’esecuzione dei programmi porti a situazioni potenzialmente dannose.